x
Questo sito utilizza cookies propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più, clicca qui. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.
No

Fabrizio Di Lalla 2015 12Una programmazione da operetta

di Fabrizio Di Lalla

Il documento contenente la programmazione triennale dell’attività degli ispettorati territoriali, elaborato dal Ministro del Lavoro d’intesa con il direttore dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro (INL) a parere di chi scrive sembra rappresentare un’ulteriore beffa ai danni degli operatori di quella Amministrazione che operano in periferia perché contiene disposizioni su obiettivi irraggiungibili, unite a contraddizioni e forzature nei punti cruciali del testo. Intanto vorremmo capire che programmazione è quella che per il primo anno di riferimento viene portata a conoscenza del personale dopo sette mesi dal suo inizio, in piena estate, con parte del personale a godersi le sacrosante ferie. Già questo è un fatto inusuale, che mina la credibilità dei precetti. Nella direttiva diramata, non si fa il consuntivo del semestre trascorso, ma si chiede uno sforzo retroattivo a partire dal pregresso gennaio, mentre essa nella migliore delle ipotesi potrà andare a regime non prima dell’autunno avanzato. Che sia uno svarione o una data messa a caso, a capocchia come si dice a Roma, tale elemento contribuisce a mettere in serio dubbio tutto il contenuto successivo.  […]

[Continua a pag 2]

> Leggi tutto

Cresce l’economia ma i giovani sono sempre al palo

di Claudio Palmisciano

Da qualche mese a questa parte, i dati che vengono certificati dall’ISTAT evidenziano una buona vivacità del mercato del lavoro in Italia. “Tra il secondo trimestre del 2017 e lo stesso periodo dell'anno precedente - ha dichiarato l’ISTAT - si stima una crescita di 153 mila occupati (+0,7%) che riguarda soltanto i dipendenti (+356 mila, +2,1%), oltre tre quarti dei quali a termine, a fronte della rilevante diminuzione degli indipendenti (-3,6%)”. E ancora, la disoccupazione “diminuisce di 0,4 punti percentuali rispetto al trimestre precedente e di 0,6 punti in confronto a un anno prima, con […]

[Continua a pag 3]

> Leggi tutto

Diritti disponibili e indisponibili del lavoratore

di Giuseppe Patania
e Luigi Oppedisano [**]

Come mai le controversie tra lavoratore e datore di lavoro aumentano in tempo di crisi economica? C’è un nesso di causalità tra le due problematiche?

Le controversie in materia di lavoro riguardano i contrasti che nascono tra lavoratori e datori di lavoro in ordine a taluni aspetti derivanti dal rapporto di lavoro, qualora si ritengano lesi diritti sanciti dalla legge o dalla contrattazione collettiva, sia di natura economica che normativa.

Il tema è posto in discussione non al fine di risolvere problematiche così […]

[Continua a pag 5]

> Leggi tutto

© 2013-2015 - Fondazione Prof. Massimo D'Antona